SARASVATI DEVI

Saraswati Devi

(in calce il Saraswati Stotram del Saggio Agastya)

“Allora la dea del sapere, Sarasvati, divina consorte del Signore Supremo, parlò a Brahma che non vedeva altro che oscurita in tutte le direzioni:

“O Brahma, questo mantra, klim krsnaya govindaya gopi jana-val­labhaya svaha, esaudirà sicuramente il desiderio del tuo cuore”.

O Brahma, pratica il contatto spirituale mediante questo mantra, e ogni tuo desiderio sara esaudito”

(versi 24, 25 Sri Brahma Samita).

Saraswati è una delle dee più popolari dell’India la cui tradizione risale a migliaia di anni fa, all’epoca dei Veda.

Uno dei grandi fiumi dell’antichità era il Saraswati, che scomparve, poi, inghiottito dalle sabbie dorate del tempo.

Saraswati è adorata come Dea della saggezza, della conoscenza, della musica e dell’intelletto. Saraswati suona la veena e governa la musica e ogni suono udibile in generale, non solo la parola. Ella è la forma manifesta del canto, il suono vibratorio, Nada, che scorre attraverso i canali sottili, Nadis, pervadendo il corpo intero e la mente.

Nella tradizione indiana il loto rappresenta la saggezza.

Sarawsati è spesso conosciuta come la divinità della conoscenza intellettuale, dell’arte e della cultura.

Ma anche della verità, del perdono, delle guarigioni e delle nascite; è spesso menzionata nel Rig Veda e nei Purana come divinità fluviale.

Saraswati rappresenta la conoscenza e la virtù degli insegnamenti sanscriti o classici che mai si distaccano dalla rettitudine.

Saraswati Stotram del Saggio Agastya

1.1: (Saluto la Dea Saraswati) di bianco purissima come il gelsomino, fresca come la Luna, luminosa come la neve e brillante come una collana di perle; colei che è vestita di abiti bianchissimi.

1.2: Colei le cui mani sono decorate con il Veena (strumento musicale) e la bacchetta dei desideri; Colei che è seduta su un puro fiore di loto bianco.

1.3: Colei che gode dell’adorazione perenne di Brahma, Acyuta (Vishnu), Shankara e degli altri dei.

1.4: O Dea Saraswati, ti prego di proteggermi e di dissipare completamente la mia ignoranza.

2.1: (Saluto la Dea Saraswati) dalle quattro mani; in una mano tiene il rosario di cristallo.

2.2: in una mano il bianco fiore di Loto; in un’altra mano un pappagallo e in una mano un libro.

2.3: Circondata da un’aura di bianca di luce purissima, come la brillantezza sommata del gelsomino, della Luna, della conchiglia, del cristallo, la sua brillantezza non ha eguali.

2.4: Possa Colei che è la Dea della Parola risiedere sempre nella mia bocca de effondere la sua Grazia.

3.1: (Saluto la Devi Saraswati) I cui piedi di loto sono serviti dai Deva e dagli Asura.

3.2: Nelle cui mani splende un libro glorioso.

3.3: Consorte di Brahma che abita nel fiore di Loto.

3.4: O Devi Saraswati, danza, ti prego, sulle mie parole.

4.1: Saluto la Devi Saraswati, Colei che ha lo splendore del fiore di Loto,

4.2: La Tapaswini (colei che si sottopone a severa ascesi), che ama rifugiarsi nel fiore di Loto,

4.3: Colei il cui grembo è ampio e i cui occhi sono pieni di serenità, come puri petali di loto,

4.4: La Manaswini (personificazione dell’intelligenza),O Devi, ti prego di concederci il dono della tua Grazia.

5.1: Saluto la Devi Saraswati, Colei che concede benefici e che esaudisce i desideri,

5.2: O Devi, quando mi accingo agli studi, ti prego, accordami la capacità di ben comprendere, sempre.

6.1: Saluto la Devi Saraswati, personificazione di tutte le Dee, sia lode, sia lode a Lei.

6.2: Colei la cui immagine è placida, che indossa la Luna e che è personificazione di tutti gli Yoga; sia lode, sia lode a Lei.

7.1: Colei che è eterna beatitudine, senza appoggi, senza separazioni, sia lode, sia lode a Lei.

7.2: Colei su cui poggia ogni conoscenza, che ha grandi occhi e che personifica la Pura Conoscenza, sia lode, sia lode a Lei.

8.1: Colei che è pura come cristallo, la cui natura è estremamente sottile, sia lode, sia lode a Lei.

8.2: Colei che è personificazione del Sabda Brahman, che ha quattro mani ed è personificazione di tutte le Siddhi, sia lode, sia lode a Lei.

9.1: Colei il cui corpo è decorato da monili di perle, Colei che è il supporto alla base di tutto l’esistente, sia lode, sia lode a Lei.

9.2: Colei che è fondamento di tutti i Mantra, che è fondamento di tutte le Shakti, sia lode, sia lode a Lei.

10.1: Colei che come un gioiello brilla nella mente come il Grande Yoga, Colei che è la dea della parola, sia lode, sia lode a Lei.

10.2: Colei che è l’origine da cui proviene la Parola, che porge la mano generosa di doni, colei che concede ogni Bene, sia lode, sia lode a Lei.

11.1: Colei che è lo stesso Veda, la cui forma rappresenta i Veda, la cui essenza è il culmine dei Veda, conosciuta come Vedanta; sia lode, sia lode a Lei.

11.2: Colei la cui essenza trascendente è priva di vizi e di virtù; la cui immagine risplende di tutte le virtù; sia lode, sia lode a Lei.

12.1: Colei che è l’essenza al di là del conoscibile, che sempre effonde la Gioia della Divina Beatitudine e che è presente in tutte le forme; sia lode, sia lode a Lei.

12.2: Colei che è somma di tutte le perfezioni, colei che è sempre nuova e che tutto conosce; sia lode, sia lode a Lei

13.1: Colei che è Maestra dello Yoga, Uma Devi, Beatitudine dello Yoga; sia lode, sia lode a Lei.

13.2: Colei che è personificazione della divina conoscenza, che ha tre occhi e aspetto divino; sia lode, sia lode a Lei.

14.1: Colei che porta la mezzaluna tra i capelli ricci e il cui viso bellissimo illumina come il riflesso della luna; sia lode, sia lode a Lei.

14.2: Colei che porta il sole e la luna tra i capelli ricci, e il cui viso bellissimo illumina come il riflesso della luna; sia lode, sia lode a Lei.

15.1: Colei che è presente in forma infinitesimale e in forma estesa, così come nella forma universale; sia lode, sia lode a Lei.

15.2: Colei che ha realizzato le otto Siddhi, e che accorda a tutti felicità; sia lode, sia lode a Lei.

16.1: Colei che è presente in tutti gli esseri come conoscenza e intelligenza, colei che impersona la conoscenza stessa; sia lode, sia lode a Lei.
16.2: Colei che è presente quale essenza al di là delle diverse Scritture e delle differenti forme; sia lode, sia lode a Lei.

17.1: Colei che dona il fiore di Loto (purezza), e che discende da una stirpe di fiori di Loto, e che è forma del fiore di Loto; sia lode, sia lode a Lei.

17.2: Colei che la Natura Suprema e la natura incarnata; sia lode, sia lode a Lei.

18.1: Colei che è la Mahadevi, Mahakali e Mahalakshmi; sia lode, sia lode a Lei.

18.2: Colei che è Brahma, Vishnu e Shiva, ed è il più nobile Brahman; sia lode, sia lode a Lei.

19.1: Colei da cui emerge il fiore di Loto (la purezza) e la cui forma esprime l’esaudirsi di tutti i desideri; sia lode, sia lode a Lei.

19.2: Colei che riceve le oblazioni, colei che è la gloria dei sacrifici e delle altre azioni e che è l’energia alla base di ogni azione; sia lode, sia lode a Lei.

20.1: Coloro che reciteranno questo Stotra regolarmente, nel primo mattina e alla sera, per sei mese e con devozione, diventeranno qualificati per le Siddhi.

20.2: Coloro che ascolteranno questo Stotra non dovranno temere i ladri né le tigri.

21.1: Perciò questo Saraswati Stotram, composto dal Saggio Agastya,

21.2: conduce a tutte le realizzazioni e libera da tutti i peccati.